Dazi Usa, il Parlamento Ue chiede aiuti per gli agricoltori colpiti

Le tariffe decise da Trump dopo la sentenza dell'Omc sul caso Airbus sono scattate a ottobre. Tra i prodotti agroalimentari intaccati ci sono anche i formaggi italiani

Il Parlamento europeo si schiera dalla parte degli agricoltori che saranno colpiti dai dazi Usa voluti dal presidente Donald Trump e chiedono all'Ue di agire rapidamente con aiuti mirati ai settori interessati. La richiesta è arrivata nel corso della sessione plenaria di Strasburgo.

"I deputati hanno espresso profonda preoccupazione per il danno collaterale cui è esposto il settore agroalimentare dell'Ue per effetto della decisione degli Stati Uniti di imporre contromisure in seguito alla disputa relativa ad Airbus - si legge in una nota dell'Eurocamera - Ritenendo inaccettabile che un settore del tutto estraneo a quello della disputa giuridica debba farsi carico di gran parte dei costi, i deputati hanno criticato la decisione di imporre dazi su un gran numero di prodotti agricoli come i vini francesi, i formaggi italiani e l'olio d'oliva spagnolo".

Il caso riguarda la disputa tra Usa e Usa sulle sovvenzioni concesse da Bruxelles alla compagnia aereospaziale europea Airbus, diretta concorrente della statunitense Boeing nella produzione di aerei di linea e cargo. L'Organizzazione mondiale del commercio ha sancito l'irregolarità delle sovvenzioni a Airbus e questo ha dato agli Stati Uniti il diritto di imporre dazi doganali sulle esportazioni europee come ritorsione. Dal 18 ottobre, gli Usa hanno aumentato i dazi fino al 25% su un gran numero di prodotti agricoli. I principali Paesi colpiti dalla decisione degli Stati Uniti sono il Regno Unito, la Francia, la Spagna, l'Italia, la Germania e l'Irlanda.

I principali prodotti agricoli colpiti dalle sanzioni Usa sono prodotti emblematici dell'Ue, spesso tutelati da regimi di qualità (vini e alcolici come il whisky di malto singolo, olio di oliva e prodotti lattiero-caseari come burro e formaggio). Nel mirino vi sono anche altri prodotti agricoli, come olive, carne suina, caffè, biscotti, prodotti trasformati a base di frutta, agrumi, cozze, liquori e cashmere.

Gli Stati Uniti sono la destinazione primaria delle esportazioni agricole dell'Ue. Nel 2018 hanno raggiunto un valore di 22,3 miliardi di euro.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da dove proviene il cibo che mangiamo? Italia e Francia chiedono a Ue più chiarezza

  • "Provocano autismo", Ue vieta 2 pesticidi. Ma governo e Lega: "Servono contro cimice asiatica"

  • Unesco: “La transumanza è patrimonio culturale dell’umanità”

  • L'italiana Nuova Castelli ai francesi di Lactalis: ok dell'Ue

  • "La transumanza sia patrimonio dell'umanità Unesco"

  • Brexit, il trionfo di Johnson allarma gli agricoltori italiani: "A rischio 3,4 miliardi di export"

Torna su
AgriFoodToday è in caricamento