Bruxelles verso un taglio dei fondi Ue per l’agricoltura

Tutte le proposte di bilancio pluriennale concordano su un punto. Ovvero che la Pac subirà una sforbiciata di finanziamenti

Continua a tenere banco il dibattito sui fondi europei per l’agricoltura alla luce delle varie proposte in materia di bilancio Ue. Nonostante le differenze, le bozze in circolazione partono tutte da un punto in comune, ovvero che la Politica agricola comune (Pac) avrà a disposizione meno soldi. Nell’ultima in termini di tempo, quella del presidente del Consiglio europeo, Charles Michel, i fondi assegnati al Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale sono stati tagliati di 7,5 miliardi di euro, solo parzialmente compensati da un aumento di 2,5 miliardi nei pagamenti diretti agli agricoltori.

Più fondi dagli Stati

La proposta dell’ex premier belga prevede un aumento del contributo statale al bilancio Ue dall’1,067% del reddito nazionale lordo contenuto nella bozza avanzata dalla passata presidenza finlandese del Consiglio Ue all’1,074% previsto nel nuovo documento. I leader Ue discuteranno le proposte sul tavolo in occasione di un vertice straordinario, fissato per giovedì 20 febbraio.

Il bilancio e la Pac

L'adeguamento proposto da Michel sembra corrispondere ai 7,5 miliardi di euro richiesti per l'istituzione del nuovo Fondo per la giusta transizione. La dotazione della Pac è composta da tre parti fondamentali: i pagamenti diretti agli agricoltori e le spese connesse al mercato, che insieme formano il cosiddetto primo pilastro, oltre al sostegno allo sviluppo rurale che è considerato come il secondo pilastro.

I due pilastri azzoppati

Nella proposta di Michel, la dotazione di bilancio per il primo pilastro è di 256,7 miliardi di euro, con un aumento di 2,5 miliardi di euro rispetto all'importo stanziato dalla precedente proposta relativa al settennio 2021-2027. Ma i nuovi fondi destinati al secondo pilastro della Pac, quello per lo sviluppo rurale, si fermano a 72,5 miliardi di euro, ossia 7,5 miliardi di euro in meno rispetto alla proposta finlandese. Fatto due conti, il taglio complessivo per l’intera Pac - rispetto alla proposta finlandese - sarebbe pari a 5 miliardi di euro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I tagli della Commissione

Rivolgendosi al Parlamento europeo la scorsa settimana, il commissario per l'Agricoltura Janusz Wojciechowski ha spiegato ai deputati l'importanza di disporre di un “buon bilancio della Pac”, poiché le nuove ambizioni ambientali della Commissione saranno costose per gli agricoltori. Ciononostante, anche nella proposta della Commissione, gli aiuti allo sviluppo rurale vedrebbero un rosso del 28% rispetto al bilancio 2014-2020 della Pac, mentre i fondi per il primo pilastro diminuirebbero dell'11%.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, niente caffè e meno pasta per gli italiani se si bloccano le importazioni

  • Braccianti stranieri, Lega contro il Pd. Ma l’ultimo decreto flussi l’ha firmato Salvini

  • "Porte aperte a 80mila migranti", la Germania sblocca l'impasse Ue sugli stagionali

  • L'emergenza coronavirus colpisce duro gli italiani: 2,7 milioni a rischio fame

  • Covid-19 'colpisce' anche uova e colombe pasquali, crollo dei ricavi delle aziende dolciarie

  • Corsie verdi per i migranti stagionali, l'Ue accoglie le richieste dell'Italia

Torna su
AgriFoodToday è in caricamento